Torna il Premio Nazionale sull’innovazione digitale: come partecipare all’iniziativa 

Il Governo guidato da Giorgia Meloni ha sempre, sin dai primi atti dell’insediamento, evidenziato quanto sia importante, soprattutto per alcuni settori, affrontare adeguatamente la transizione digitale. La quarta edizione del Premio Nazionale sull’innovazione digitale, iniziativa promossa da Anitec-Assinform, Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology di Confindustria, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito – Direzione Generale per gli Ordinamento Scolastici per la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione, diretta alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, rappresenta quindi una delle azioni necessarie per consentire a chi anima l’universo scuola (alunni, docenti e famiglie) – uno dei settori maggiormente interessati dal cambiamento – di acquisire nuove competenze e di sensibilizzare il target di riferimento sul tema. 

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha infatti, in diverse occasioni, ribadito il concetto, facendo anche riferimento all’implementazione dell’intelligenza artificiale nelle scuole e a un’accelerazione nel campo delle materie STEM

Premio Nazionale sull’innovazione digitale: cos’è e a chi si rivolge

Il Premio, come specifica il bando condiviso dal MIUR sul proprio sito web, si rivolge alle “istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, in collaborazione con imprese, enti e associazioni culturali. Ciascuna istituzione scolastica può proporre la propria candidatura con un solo progetto, sia in qualità di ente capofila sia in qualità di partner”. Per partecipare sarà quindi necessario realizzare progetti che rientrano in categorie specifiche: si spazia dall’inclusione, alla sensibilizzazione su bullismo e cyberbullismo fino ad arrivare al 5G e all’IA. 

Di seguito l’elenco completo:

  • ICT e disabilità: come il digitale favorisce l’inclusione;
  • Digital enablers: le nuove tecnologie per lo sviluppo dell’Innovazione nei settori dell’economia e nella società (IoT, big data, Intelligenza Artificiale, Blockchain, 5G);
  • Promozione della sicurezza del web e contrasto ai fenomeni di bullismo;
  • Digital & Data Science – Economia dei dati (con particolare riferimento ad esperienze della quotidianità quali, a titolo di esempio, fashion, sport, media-tv ecc.). Questa categoria riguarda l’analisi e l’utilizzo delle banche dati (big data), secondo metodi statistici, scientifici e informatici, per la comprensione di un tema (scientifico o umanistico) o la soluzione di un problema e la valutazione dei risultati secondo un approccio interdisciplinare.

Le candidature da parte delle scuole potranno essere inviate a partire dal prossimo 15 settembre. La deadline è invece stata fissata al 15 novembre 2023. Il progetto in quanto tale dovrà essere presentato entro e non oltre il 19 aprile 2024. 

A valutare le idee e i prodotti realizzati sarà una commissione di esperti. Per conoscere il progetto vincitore si dovrà attendere giugno 2024. 

Gli obiettivi del progetto

Come anticipato in apertura, il progetto intende consentire un’immersione guidata nel mondo digitale, con lo scopo di raggiungere i seguenti obiettivi: 

  • far emergere e dar vita ad una rete di nuovi progetti promossi o realizzati dalle scuole, in modo da generare nuove partnership, tra scuola e aziende e tra le Istituzioni e l’Associazione Anitec-Assinform;
  • favorire la messa a fattor comune tra esperienze degli studenti ed il lavoro delle aziende, creando un ideale «passaggio di testimone»;
  •  sostenere la diffusione della cultura digitale perché la tecnologia digitale è un forte abilitatore sia per i processi di insegnamento e apprendimento, sia per lo sviluppo delle nuove competenze digitali richieste dal mondo del lavoro;
  • Promuovere e migliorare le competenze digitali della filiera scuola-impresafamiglia;
  • Contribuire a ridimensionare il gender-gap in ambito STEM;
  • Supportare gli studenti e i formatori che investono nell’apprendimento delle nuove tecnologie necessarie per entrare nel mondo del lavoro;
  • Generare opportunità per sviluppare innovazione e scambio di esperienze tra scuole, imprese ed associazioni;
  • Potenziare le collaborazioni con le Istituzioni coinvolte;
  • Sostenere le collaborazioni che contribuiscono all’orientamento professionale;
  • Contribuire a rafforzare l’obiettivo strategico di Anitec-Assinform di attuare iniziative che favoriscano la formazione scolastica e accademica sui temi dell’innovazione per la crescita del capitale umano della nostra industria.

L’impegno dell’organizzazione

L’Associazione Anitec-Assinform, dal canto proprio, metterà a disposizione dei partecipanti delle attività formative utili alle crescita personale e professionale e all’acquisizione di nuove skill per quel che riguarda il settore digitale. Tra queste: 

  • creazione di una piattaforma dedicata al Premio;
  • individuazione degli Ambassador per attività di supporto e promozione del bando;
  • coinvolgimento delle aziende Associate;
  • tutti i progetti candidati avranno visibilità in una sessione dedicata del sito Anitec-Assinform e i progetti vincitori verranno menzionati all’interno di un comunicato stampa dedicato al Premio.

 

Per conoscere i dettagli e consultare il bando CLICCA QUI.

Altro dall'autore

Post correlati

Advertismentspot_img

Ultimi articoli

Progetti contro il bullismo: presentato in Senato “Campioni di Vita”...

Guarda il servizio su "Campioni di Vita - no al bullismo" Tutti uniti per difendere le persone più fragili e per prevenire quei fenomeni devianti c...

Il Safeguarding officer e la tutela dei minori nello sport: il commento dellR...

Il prossimo 20 giugno, dalle ore 18:00 alle ore 20:00, avrà luogo un webinar dal titolo "Safeguarding Sportivo – Adempimenti per le associazioni sport...

Ethical Sport, il progetto di Konsumer Italia diventato modello organizzativo an...

Guarda il servizio sull'evento di Ethical Sport al Senato Rendere gli ambienti sportivi sicuri e privi di ogni forma di violenza. Questo è l’obiett...

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla newsletter di Risorse.news