Sognando la prima medaglia olimpica

Lo sport impegna, insegna e realizza sogni. Durante le ultime settimane per due particolari discipline si stanno concretizzando delle opportunità interessanti. La prima riguarda la nazionale femminile di sitting volley nostrana, che per la prima volta nella sua storia ha ottenuto il titolo di campione continentale e ha strappato un pass per i Giochi Olimpici di Parigi 2024. La seconda, invece, chiama in causa il flag football, ufficialmente disciplina presente alle Olimpiadi di Los Angeles del 2028. 

Sitting volley: in corsa verso Parigi

La nazionale di sitting volley può preparare la valigia: il viaggio verso le Olimpiadi di Parigi è iniziato. A Caorle l’Italia ha fatto un passo verso la realizzazione di un sogno, ma non solo. Questo successo rappresenta un traguardo da imprimere nella memoria dello sport paralimpico nostrano.

Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, ha infatti riferito: “Il successo della nazionale femminile di sitting volley agli Europei è un risultato straordinario che entra di diritto nella storia di questa disciplina e del movimento paralimpico italiano. Si tratta del primo oro in questa competizione per queste ragazze che negli ultimi anni si sono conquistate uno spazio di primo piano a livello internazionale. Un trionfo che vale doppio perché consente alla Squadra azzurra di accedere ai Giochi Paralimpici di Parigi 2024”. Non ha mancato di complimentarsi con le atlete, l’allenatore e soprattutto con la Federazione che ha sposato il progetto con passione e dedizione. 

Inizia, dunque, una nuova fase. Guadagnarsi Parigi e farlo da imbattute è un risultato che difficilmente lascerà il cuore delle atlete, ma anche di chi segue e ama lo sport, riconoscendolo come un’attività in grado di formare, educare, e regalare emozioni uniche nel proprio genere. Non resta che attendere la prossima estate, quando la Torre Eiffel sarà così vicina da poterla toccare. 

Flag Football: il CIO dice sì per le Olimpiadi di Los Angeles

A proposito di mete tagliate, il CIO ha aperto all’ingresso del flag football nelle discipline olimpiche. Un passaggio importantissimo, anche per l’Italia, che ha tutti i numeri per sognare un medagliere notevole. Noi di risorse.news, in occasione dell’Italian Bowl – vinta dai Panthers di Parma (clicca qui per approfondire) -, avevamo raggiunto Fabio Tortosa, VicePresidente FIDAF, che ci aveva anticipato: “sempre più convincenti rumors ci portano a sperare che in occasione del summit del Comitato Internazionale Olimpico, in calendario dal 14 al 17 ottobre 2023 a Mumbai (India), la IFAF possa essere ufficialmente riconosciuta dal CIO.

Questo è un passaggio fondamentale, perché di fatto sancisce la conformità della nostra Federazione ai criteri richiesti dalla Carta Olimpica e, qualora la proposta venisse accolta, spianerebbe la strada verso il traguardo tanto agognato del riconoscimento della FIDAF da parte del Comitato Olimpico Nazionale Italiano quale Federazione Sportiva Nazionale”.

Ad oggi, quindi, non si tratta più di una speranza ma di un fatto concreto: alle Olimpiadi del 2028 la nostra nazionale di flag football ci sarà. 

Anche Leoluca Orlando, da tempo ormai un pilastro della FIDAF, ha parlato di un momento storico per la disciplina, facendo anche riferimento all’ottimo lavoro svolto dalla Federazione nel corso degli anni. 

Un particolare apprezzamento al Coni e al suo presidente Giovanni Malagò – ha aggiunto Orlando –  per la attenzione e per l’impegno presso le competenti sedi del Cio; Giovanni ha sempre seguito con costante attenzione e grande condivisione anche il percorso e l’impegno della Fidaf per l’affermazione del football americano in Italia e, va ribadito, ha svolto un ruolo di grande rilievo nelle sedi Cio per raggiungere un risultato che, mi ripeto, resterà nella storia del football in assoluto”.

Infine, ha anche chiarito che l’impegno nei prossimi anni sarà intensificato e che la preparazione agonistica sarà adeguata. Dunque, sì è importante celebrare l’evento, ma altresì fondamentale iniziare a lavorare sin da subito perché gli atleti siano pronti ad affrontare le Olimpiadi nel migliore dei modi. 

Le altre discipline ammesse alle Olimpiadi di Los Angeles 2028

A Mumbai si è anche decretato che cricket, baseball, softball, lacrosse e squash saranno discipline ammesse alle Olimpiadi in casa statunitense. 

Thomas Bach, Presidente del CIO, ha voluto specificare che “la scelta di questi cinque nuovi sport è in linea con la cultura sportiva americana e mostrerà gli sport americani iconici al mondo, portando allo stesso tempo gli sport internazionali negli Stati Uniti. La loro inclusione consentirà al movimento olimpico di interagire con nuove comunità di atleti e tifosi negli stati uniti e nel mondo“.

Altro dall'autore

Post correlati

Advertismentspot_img

Ultimi articoli

Ethical Sport, il progetto di Konsumer Italia diventato modello organizzativo an...

Guarda il servizio sull'evento di Ethical Sport al Senato Rendere gli ambienti sportivi sicuri e privi di ogni forma di violenza. Questo è l’obiett...

Misurare il valore sociale con lo sport: l’esperienza di Sports Community

Alla città dell’Altra Economia, Testaccio, è andato in scena ieri, 13 giugno, un appuntamento di Sports Community, progetto realizzato da OPES, finanz...

Euro2024, ci siamo! Iniziano gli Europei di calcio

Può partire il conto alla rovescia verso il calcio d’inizio di domani sera, 14 giugno, per la partita d’esordio degli Euro2024, che si svolgerà allo s...

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla newsletter di Risorse.news