80esima edizione del Festival internazionale del Cinema di Venezia: il programma

Mancano esattamente 21 giorni all’inizio di una delle kermesse più attese dell’anno. L’80esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, diretta da Alberto Barbera, che come sempre avrà luogo al Lido di Venezia, partirà il prossimo 30 agosto e terminerà il 9 settembre

Durante la stesura del programma, presentato lo scorso mercoledì, l’organizzazione ha dovuto fare i conti con lo sciopero che sta caratterizzando le produzioni hollywoodiane, ma come ha chiarito Barbera “l’impatto dello sciopero sarà modesto”. La madrina dell’edizione 2023 sarà invece l’attrice sarda Caterina Murino che all’Ansa ha comunicato: “Ho sempre avuto Venezia nel cuore…tutte le città sono uniche al mondo, ma nessuna può eguagliare la sua maestosa bellezza  […] Essere la madrina dell’80esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia è un immenso onore e una grande responsabilità e mi impegnerò con tutta me stessa per esserne all’altezza”.

Venezia 2023, il programma della kermesse: manifesto e film italiani in concorso

Anche quest’anno (per la sesta edizione consecutiva) si è occupato di disegnare l’immagine ufficiale del manifesto del Festival Lorenzo Mattotti. L’artista ha così raccontato la locandina: “Si ispira alla tradizione del cinema on the road e vuole in questo modo esprimere sentimenti di libertà, di avventura, di scoperta di nuovi territori. Ho giocato con la grafica per rappresentare mondi nuovi da esplorare attraverso il Cinema. Siamo convinti che ci sia un grande futuro proprio per il Cinema che guarda lontano e si avventura verso nuove strade. 

Sull’80esima edizione Mattotti ha spiegato: “Inoltre, quest’anno la Mostra festeggia la sua 80esima edizione e abbiamo voluto ricordarlo nel numero che appare sulla targa di un’automobile di fantasia. Naturalmente sono tanti i film che possono essere evocati guardando questa immagine, ad esempio Il sorpasso, Easy Rider o Thelma e Louise. Ciascuno trovi il suo film on the road. È un augurio per il Cinema, che vada lontano e corra verso il futuro. Un futuro fatto di esplorazioni, alla ricerca di nuove frontiere: un Cinema luminoso e colorato”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Biennale di Venezia (@labiennale)

Entrando nel vivo, per il 2023 sarà corposa la presenza di film made in italy in Concorso. Si contendono infatti il prestigioso Leone d’Oro: Stefano Sollima con “Adagio”, Edoardo De Angelis con “Comandante”, Pietro Castellitto con “Enea”, Saverio Costanzo con “Finalmente l’alba”, Matteo Garrone con “Io capitano”, e Giorgio Diritti con “Lubo”.

Venezia 2023: il programma

Tante le celebrità che sfileranno sul tappeto rosso, altrettanti i nomi illustri che presenteranno le proprie opere: da Woody Allen a Bradley Cooper, passando per Roman Polanski e Sofia Coppola. Di seguito tutti i titoli che verranno proiettati nelle varie sezioni di riferimento. 

Film in Concorso:

BASTARDEN (THE PROMISED LAND) di Nikolaj Arcel

DOGMAN di Luc Besson

LA BÊTE di Bertrand Bonello

HORS-SAISON di Stéphane Brizé

ENEA di Pietro Castellitto

MAESTRO di Bradley Cooper

PRISCILLA di Sofia Coppola

FINALMENTE L’ALBA di Saverio Costanzo

COMANDANTE di Edoardo De Angelis (film d’apertura)

LUBO di Giorgio Diritti

ORIGIN di Ava DuVernay

THE KILLER di David Fincher

MEMORY di Michel Franco

IO CAPITANO di Matteo Garrone

AKU WA SONZAI SHINAI (IL MALE NON ESISTE) di Ryusuke Hamaguchi

ZIELONA GRANICA (IL CONFINE VERDE) di Agnieszka Holland

DIE THEORIE VON ALLEM di Timm Kröger

POOR THINGS (POVERE CREATURE!) di Yorgos Lanthimos

EL CONDE di Pablo Larraín

FERRARI di Michael Mann

ADAGIO di Stefano Sollima

KOBIETA Z… di Małgorzata Szumowska e Michał Englert

HOLLY di Fien Troch

Fuori concorso – Fiction

COUP DE CHANCE di Woody Allen

THE WONDERFUL STORY OF HENRY SUGAR di Wes Anderson

THE PENITENT di Luca Barbareschi

LA SOCIEDAD DE LA NIEVE di J. A. Bayona (film di chiusura)

L’ORDINE DEL TEMPO di Liliana Cavani

VIVANTS di Alix Delaporte

DAAAAAALI! di Quentin Dupieux

THE CAINE MUTINY COURT-MARTIAL di William Friedkin

MAKING OF di Cédric Kahn

AGGRO DR1FT di Harmony Korine

HIT MAN di Richard Linklater

THE PALACE di Roman Polanski

XUE BAO (SNOW LEOPARD) di Pema Tseden

Non Fiction

AMOR di Virginia Eleuteri Serpieri

FRENTE A GUERNICA di Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi

HOLLYWOODGATE di Ibrahim Nash’at

RYUICHI SAKAMOTO | OPUS di Neo Sora

ENZO JANNACCI VENGO ANCH’IO di Giorgio Verdelli

MENUS PLAISIRS – LES TROISGROS di Frederick Wiseman

ZNAM KAKO DIŠEŠ (I KNOW YOUR SOUL) (EPISODES 1-2) di Alen Drljević e Nemin Hamzagić

D’ARGENT ET DE SANG (EPISODES 1-12) di Xavier Giannoli e Frédéric Planchon

Cortometraggi

WELCOME TO PARADISE di Leonardo Costanzo

Lungometraggi in concorso

A CIELO ABIERTO di Mariana Arriaga

EL PARAÍSO di Enrico Maria Artale

OURA EL JBEL (BEHIND THE MOUNTAINS) di Mohamed Ben Attia

THE RED SUITCASE di Fidel Devkota

PARADISET BRINNER (PARADISE IS BURNING) di Mika Gustafson

THE FEATHERWEIGHT di Robert Kolodny

INVELLE di Simone Massi

TATAMI di Guy Nattiv e Zar Amir Ebrahimi

SEM CORAÇÃO di Nara Normande e Tião

UNA STERMINATA DOMENICA di Alain Parroni

SER SER SALHI (CITY OF WIND) di Lkhagvadulam Purev-Ochir

MAGYARÁZAT MINDENRE (EXPLANATION FOR EVERYTHING) di Gábor Reisz

GASOLINE RAINBOW di Bill e Turner Ross

EN ATTENDANT LA NUIT di Céline Rouzet

DOMAKINSTVO ZA POCETNICI (HOUSEKEEPING FOR BEGINNERS) di Goran Stolevski

HOKAGE (SHADOW OF FIRE) di Shinya Tsukamoto

YURT (DORMITORY) di Nehir Tuna

Orizzonti: Cortometraggi in concorso

AITANA di Marina Alberti

SEA SALT di Leila Basma

A SHORT TRIP di Erenik Beqiri

ET SI LE SOLEIL PLONGEAIT DANS L’OCÉAN DE NUAGES di Wissam Charaf

WANDER TO WONDER di Nina Gantz

THE MEATSELLER di Margherita Giusti

DIVE di Aldo Iuliano

AREA BOY di Iggy London

CROSS MY HEART AND HOPE TO DIE di Sam Manacsa

DAR SAAYE SARV (IN THE SHADOW OF THE CYPRESS) di Hossein Molayemi

BOGOTÁ STORY di Esteban Pedraza

SENTIMENTAL STORIES di Xandra Popescu

DUAN PIAN GUSHI (SHORT STORY) di Lang WU

Orizzonti Extra

BOTA JONË (NOTRE MONDE) di Luàna Bajrami

NAZAVZHDY-NAZAVZHDY (FOREVER-FOREVER) di Anna Buryachkova

EL RAPTO di Daniela Goggi

DAY OF THE FIGHT di Jack Huston

IN THE LAND OF SAINTS AND SINNERS di Robert Lorenz

FELICITÀ di Micaela Ramazzotti

PET SHOP BOYS di Olmo Schnabel

STOLEN di Karan Tejpal

L’HOMME D’ARGILE di Anaïs Tellenne

Altro dall'autore

Post correlati

Advertismentspot_img

Ultimi articoli

Campioni di vita: anche i fighter Maniscalco, Fiore e Blandamura contro il bulli...

Il 17 giugno, presso la Sala Koch del Senato della Repubblica, è stato presentato il progetto “Campioni di vita”. Nato dalla cooperazione tra l’Osserv...

“Respirare il mare… e non solo”, a Santa Marinella una giornat...

I benefici sono noti. Il mare, come affermano pneumologi, pediatri o medici di base, può essere terapeutico e rappresentare un toccasana per la salute...

Premio Paolo Osiride Ferrero: giunge a termine il viaggio della seconda edizione...

Le parole sono importanti: questo il concetto base in cui affonda le proprie radici il Premio Giornalistico Paolo Osiride Ferrero, realizzato e promos...

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla newsletter di Risorse.news