Milano Cortina 2026: le iniziative per trasferire ai giovani i valori olimpici e paralimpici

I Giochi Invernali Milano Cortina 2026 sono già iniziati. Non sul campo, ma nelle scuole e nel mondo del volontariato sportivo. Mancano poco più di due anni, ma in maniera trasversale l’organizzazione, in collaborazione con altri organi, sta consentendo agli studenti e a chi coltiva la passione per lo sport diverse opportunità da cogliere al volo.

Numerose sono infatti le iniziative presentate dal Coni Trento, dal Dipartimento all’istruzione e alla cultura della Provincia Autonoma di Trento e dal Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, in accordo con il Coordinamento provinciale per le Olimpiadi e Paralimpiadi 2026 e Federcoop Trento, presso sala Rusconi a Casa Coni Trento lo scorso 25 ottobre.

Hanno raccontato i progetti, rivolti dunque agli studenti, la presidente del più importante organismo sportivo provinciale Paola Mora, Iacopo Mazzetti head of legacy della Fondazione Milano Cortina 2026, il capitano Gianluigi Mariani comandante del Gruppo Sciatori Fiamme Gialle, la Sovrintendente Scolastica della Provincia Autonoma di Trento Viviana Sbardella e la formatrice della Federazione Trentina della cooperazione Arianna Giuliani.

Un parterre ricchissimo e di livello che ha ufficializzato i programmi specifici inseriti nel progetto Gen26 della Fondazione Milano-Cortina 2026: Student Staff, Valori Olimpici a scuola e Camminando… da Pechino a Trento seguendo la fiaccola.

Ma non è tutto, perché insieme alla Federazione delle Cooperative di Trento, all’interno progetto Cooperative Formative Scolastiche, sono stati avviati due progetti di cui il primo ha lo scopo di promuovere i Valori Olimpici e le CFS; il secondo riguarda la formazione dei nuovi dirigenti sportivi “Organizza un torneo a scuola”.

Milano Cortina 2026: i progetti di Gen26

L’obiettivo primario di tali iniziative è ispirare le nuove generazioni facendo leva su quei valori, nobili e imprescindibili, insiti dei Giochi olimpici e paralimpici. Fare in modo che venga diffusa la cultura dello sport e che si possa sostenere il mondo del volontariato sportivo adeguatamente: queste sono le idee che dovranno essere condivise e trasferite. 

Tra i progetti inseriti in Gen26 si trova Student Staff che va a svilupparsi all’interno dell’Accademia del Volontariato Sportivo e prevede la formazione degli studenti, durante le ore dell’Alternanza scuola/lavoro, con il successivo coinvolgimento nell’organizzazione delle fasi provinciali dei Campionati Studenteschi. 

Non solo studenti. L’iniziativa prevede anche il coinvolgimento con esperienze trasversali che possano mettere a servizio del mondo sportivo le proprie competenze e la propria passione. In una seconda fase, verrà creato un albo dei volontari sportivi così che si agevoli l’incontro tra le esigenze degli organizzatori e chi vuole mettersi a disposizione dell’universo sportivo. L’albo, e questa rappresenta un’ulteriore opportunità, consentirà un accesso preferenziale per chi vorrà far parte dei team organizzativi di Milano Cortina 2026.

Milano Cortina 2026

Valori Olimpici a scuola

Il percorso di sensibilizzazione dei Valori Olimpici a scuola viene proposto in collaborazione con il gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle di Predazzo ed è rivolto alle classi seconde della scuola secondaria di secondo grado. Nel caso specifico durante le ore curriculari di educazione di cittadinanza si parla di storia dello sport, con lo scopo di attivare un percorso di formazione e conoscenza dei valori della Carta Olimpica.

Oltre a un viaggio nella memoria storica dei Giochi, c’è la possibilità di confrontarsi con testimonial Olimpici, che renderanno partecipi i giovani delle proprie esperienze. A fine progetto, le ragazze e i ragazzi dovranno realizzare un elaborato (video, podcast, pannello, articolo giornalistico, ecc.) e le migliori produzioni verranno premiate con un soggiorno di scuola/sport presso la caserma della Guardia di Finanzia di Predazzo,

Camminando… da Pechino a Trento seguendo la fiaccola

Camminando… da Pechino a Trento seguendo la fiaccola si inserisce nelle proposte del CIO per celebrare l’Olympic day. Questa attività intende allettare i giovani perché conducano una vita più attiva e fare in modo che si sentano partecipi del percorso di avvicinamento a Milano Cortina 2026.

L’iniziativa, che vede una forte componente digitale, vuole idealmente accompagnare la bandiera sventolata nel 2022 a Pechino, nonché la fiaccola Olimpica della capitale cinese fino a Trento, considerando che le due località sono distanti 11,900 km, ovvero 1985 ore di cammino. 

Ogni classe, quindi, caricherà ogni settimana i passi compiuti su una applicazione e al termine del progetto i vincitori potranno avere il privilegio di visitare i luoghi di interesse sportivo delle Olimpiadi di Milano Cortina 2026.

Altro dall'autore

Post correlati

Advertismentspot_img

Ultimi articoli

Campioni di vita: anche i fighter Maniscalco, Fiore e Blandamura contro il bulli...

Il 17 giugno, presso la Sala Koch del Senato della Repubblica, è stato presentato il progetto “Campioni di vita”. Nato dalla cooperazione tra l’Osserv...

“Respirare il mare… e non solo”, a Santa Marinella una giornat...

I benefici sono noti. Il mare, come affermano pneumologi, pediatri o medici di base, può essere terapeutico e rappresentare un toccasana per la salute...

Premio Paolo Osiride Ferrero: giunge a termine il viaggio della seconda edizione...

Le parole sono importanti: questo il concetto base in cui affonda le proprie radici il Premio Giornalistico Paolo Osiride Ferrero, realizzato e promos...

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla newsletter di Risorse.news