Festival della Cultura Paralimpica e Be Inspired: sulla strada per Milano Cortina 2026

I Giochi invernali di Milano Cortina 2026 si avvicinano. Sebbene siano ancora aperte diverse questioni legate agli impianti e alle piste (ve ne abbiamo parlato qui), gli eventi che precedono i Giochi vedono una grande partecipazione e raccolgono sempre più consensi. 

È in corso, ad esempio, la quarta edizione del Festival della Cultura Paralimpica di Taranto (14-17 novembre) alla cui inaugurazione hanno preso parte il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, nonché Vicepresidente della Fondazione Milano Cortina 2026, Luca Pancalli

La manifestazione, promossa dal CIP, si pone l’obiettivo di trasmettere i valori dei Giochi paralimpici e soprattutto di offrire una diversa prospettiva sulla disabilità nel mondo sportivo, ma non solo. 

Festival della Cultura Paralimpica, le parole di Sergio Mattarella

Il Capo dello Stato, durante il proprio discorso, ha tenuto a evidenziare come siano ancora molti i talenti sportivi inespressi nel nostro Paese perché non viene data loro la possibilità di farlo. Un chiaro riferimento di come lo sport debba compiere ancora dei passi importanti in termini di inclusione e opportunità. 

Ogni barriera che si abbatte – ha riferito Mattarella – è un successo per tutta la società e in questi anni il movimento paralimpico ha fatto abbattere molte barriere” mettendo in condizione i talenti di “emergere. Sono grandi risultati di cui esser fieri“.

C’è un nesso inscindibile fra cultura e libertà, lo stesso vale per lo sport. Sono tanti altri i talenti inespressi […] Questa è una sfida importante che riguarda l’intero movimento paralimpico”.

Il programma del Festival

Quattro giornate intense costruite affinché si possano superare i limiti e abbattere quelle barriere culturali che non rendono equo un universo cardinale per strutturare un tessuto sociale più forte, che sappia rispondere alle esigenze di tutti i cittadini.

Numerosi i testimonial presenti per condividere la propria esperienza e le proprie testimonianze, così come sono previsti momenti di confronto e dibattito con gli oltre 1000 studenti delle scuole secondarie pugliesi che, altresì, hanno modo di mettersi alla prova, presso gli spazi allestiti da Fondazione Milano Cortina 2026 nella prova di discipline Paralimpiche invernali, come il Para Ice Hockey, il Wheelchair Curling e il Para Alpine Skiing. È inoltre possibile sperimentare il Wheelchair Parkour, un circuito ad ostacoli in carrozzina fornito da Ottobock.

L’iniziativa, come spiega l’organizzazione, rientra nell’ambito di Adaptive Winter Sport, il progetto del Programma Education GEN26 (leggi qui) attraverso cui Milano Cortina 2026, in collaborazione con il CIP e le Federazioni sportive, intende promuovere l’inclusione attraverso lo sport e dare un supporto attivo nella promozione degli sport Paralimpici.

Be Inspired: Milano Cortina  2026 si avvicina

Ai Giochi invernali mancano, per la precisione, 813 giorni. Ma la magia delle Olimpiadi invernali è già nell’aria. Tra gli eventi che anticipano la manifestazione vera e propria c’è Be Inspired, un vero e proprio spettacolo di luci, musica e sport andato in scena di fronte a migliaia di persone che hanno riempito l’Allianz Cloud di Milano. Tra la magia del ghiaccio e la presenza di atlete e atleti di alto profilo, tra cui Bebe Vio, testimonial di Milano-Cortina, il pubblico per 90 minuti ha potuto assaporare quanto accadrà ai Giochi del 2026.  

Be Inspired è nato da un’idea creativa della Fondazione Milano Cortina 2026, a cura del Direttore Creativo Marco Boarino, con la produzione esecutiva di Guido Bagatta e Paolo Boccotti e la partecipazione di Giulia Mancini come Advisor. Lo spettacolo ha rappresentato il culmine di “Meet Milano Cortina 2026”; ovvero una due giorni di lavoro nella quale la Fondazione Milano Cortina 2026 ogni anno incontra partner e stakeholder per confrontarsi e raccontare progetti e iniziative sulla strada verso i Giochi.

Quattro gli atti che hanno caratterizzato l’evento, denominati rispettivamente Beauty, Passion, Change, Together, rappresentanti il percorso verso i Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026.

Altro dall'autore

Post correlati

Advertismentspot_img

Ultimi articoli

Abodi: “Presto un tavolo tecnico permanente con gli Assessori regionali al...

Al lavoro affinché lo sport incida profondamente sulla società e sulla vita degli italiani. Dopo aver presentato un pacchetto da oltre 150 milioni per...

Parigi 2024: i portabandiera saranno Arianna Errigo e Gianmarco Tamberi

Giovanni Malagò aveva promesso che il 22 aprile l’Italia avrebbe conosciuto i nomi dei portabandiera ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 e così è stato....

Rugby integrato: tutto pronto per il 1° Torneo inclusivo “Natale di Roma&#...

Bufali rossi, Invictus Prato, Sieci & Brancaleoni, Pontedera Pisa, Tigri rosse e blu Civita Castellana e, naturalmente, i padroni di casa dell’Uni...

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla newsletter di Risorse.news