Aspettando il Gala dello Sport di OPES 2023 e la charity “Lo sport per tutti, tutti per lo sport.”

Arriva il Natale e puntuali arrivano anche i grandi eventi che rappresentano un importante momento di convivialità e di celebrazione volto a salutare l’anno che si chiude e ad accogliere con entusiasmo quello che verrà.

Tra queste manifestazioni c’è il Gala dello Sport di OPES: una serata tra luccichii e sorrisi brillanti, dedicata allo sport e alla solidarietà. L’Ente, dal 2018, mette in scena una soirée fastosa, a cui partecipano abitualmente nomi altisonanti del mondo dello sport, del mondo politico e del Terzo Settore. Durante la cena, è sempre dedicato uno spazio importante alla beneficenza, cosa che caratterizza il format sin dal primo anno. 

L’edizione 2023 avrà luogo nel foyer dello Stadio Olimpico. Sarà quindi il tempio del calcio capitolino a fare da sfondo alla serata, agli speech motivazionali, alla cena che vedrà la partecipazione di oltre 170 invitati e all’asta solidale. Ma le edizioni passate? Noi di risorse.news (media partner per quest’anno) abbiamo deciso di introdurvi all’evento raccontandovi cosa è accaduto dal 2018 in poi e come, di stagione in stagione, il Gala dello Sport sia diventato sempre più un appuntamento irrinunciabile. 

Gala dello Sport 2018: quando tutto ebbe inizio

Quattro le edizioni. Centinaia le partecipazioni entusiastiche. Il Gala dello Sport ha saputo, sin dal primo momento, conquistare gli ospiti, con spettacolo e importanti momenti di condivisione, ma anche intervenendo concretamente, tendendo una mano a quelle associazioni, fondazioni e realtà che si occupano del prossimo e che per farlo nel modo migliore possibile hanno bisogno di un supporto. 

gala dello sport 2018

Nel 2018, la prima volta dunque, ad ospitare la kermesse fu l’Auditorium dell’Ara Pacis. La serata, realizzata con il contributo della Regione Lazio, è stata condotta dall’ex Miss Italia Manila Nazzaro e dal giornalista RAI Enrico Varriale, mentre la direzione artistica fu affidata ad Andrè De La Roche.

Impressi nella memoria di chi c’era i nomi dei testimonial decisi a offrire un proprio importante contributo, tra questi: Simona Quadarella (stella del nuoto, primatista italiana ed europea nei 400, 800 e 1500 stile libero), Daniele Lupo (vicecampione olimpico di beach volley), Francesca Lollobrigida (campionessa europea di pattinaggio di velocità su ghiaccio nella gara di Mass Start), Giovanni De Carolis (pugile, categoria pesi supermedi, campione mondiale WBA) e Laura Rogora (campionessa di arrampicata e prima italiana ad aver salito una via 9A).

La prima causa sostenuta dal Gala dello Sporto ha riguardato l’associazione Salvamamme Salvabebè diretta da Katia Pacelli. 

18 dicembre 2019: buona la seconda!

Mercoledì 18 dicembre 2019 debuttava la seconda edizione del Gala, ancora ospite dell’Auditorium dell’Ara Pacis. 

L’evento, concepito come un Charity Event a sostegno dei progetti di UNICEF in Mali, ha saputo, ancora una volta, legare spettacolo, emozioni e momenti celebrativi che hanno reso omaggio ai meriti sportivi e sociali di 4 atleti. Presentati dalla giornalista sportiva e conduttrice RAI Simona Rolandi, sono quindi saliti sul palco: Alessio Sakara, campione di MMA; Federico Colosimo, capitano della S.S. Lazio Pallanuoto; Gaia Traditi, Agente della Polizia di Stato e promessa della spada tesserata per il Gruppo sportivo militare delle Fiamme Oro; e Arturo Mariani, calciatore della Nazionale italiana amputati, Capitano dell’ASD Roma Calcio Amputati, scrittore e promotore della Proabilità. 

gala-dello-sport-2019

Tanto sport e tanto spettacolo anche durante la seconda edizione. Il pubblico presente in sala, tra cui il Vice Capo di Gabinetto del Ministro dello sviluppo economico dell’epoca Ing. Giorgio Girgis Sorial; l’ideatore di Tennis and Friends e direttore medico R. E. Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma Prof. Giorgio Meneschincheri; il Tenente Colonnello Milko Pieri, Capo Sezione Sport dell’Aeronautica Militare; il Comandante di Vascello della Marina Militare Domenico La Faia; il Dirigente Superiore – Ufficio per le Attività Sportive del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Fabrizio Santangelo; il Maestro Daniele Pantoni, allenatore della Nazionale italiana di spada, e la squadra di tiro a volo delle Fiamme Oro, ha potuto ascoltare e ammirare le performance canore del Coro Gospel dell’Associazione “Viviamo l’Arte”, della Crew 7 Boys della Scuola Studio 7 di Roma e la danza inclusiva proposta dalla coreografa Giovanna Barbero e da Matteo Cavagnini, giocatore e capitano del Santa Lucia basket in carrozzina.

La serata si è conclusa con l’incredibile e straordinaria performance della squadra di ginnastica ritmica dell’Aeronautica Militare, composta dal Sergente Elisa Blanchi, dall’Aviere Capo Camilla Bini, dall’Aviere Capo Andreea Stefanescu e dall’Aviere Capo Camilla Patriarca.

Il terzo appuntamento: cambio di location e firme importanti

E poi, il cambio di location, con un maestoso albero di Natale a dominare la scena: il prestigioso Palazzo Brancaccio. La pausa del 2020, dettata dalla pandemia da Covid, non ha spento lo spirito che anima la kermesse, anzi! Ecco perché il terzo appuntamento ha decretato la convenzione tra ICS Istituto per il Credito Sportivo e OPES, per la promozione capillare dello sport come modello educativo. 

Opes_Gala_dello_Sport_2021

Importanti anche i nomi dei premiati: Oxana Corso (atleta paralimpica, specializzata in velocità), Andrea lo Cicero (ex pilone della nazionale di rugby), Elisabetta Lancillotta (medaglia d’oro al merito sportivo del molise), Riccardo Viola (presidente CONI lazio), Marco Iannuzzi (presidente CIP lazio) e Matteo Cavagnini (campione di basket in carrozzina).

Il tutto si è svolto alla presenza dell’epoca Presidente dell’ICS nonché attuale Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, e il Presidente del CONI, Giovanni Malagò

Il 2022: 4 charity e cimeli all’asta di inestimabile valore

Infine, l’ultima edizione, quella del 2022. Ancora Palazzo Brancaccio la cornice dell’evento. La quarta edizione è stata caratterizzata dall’asta benefica “Lo sport per tutti, tutti per lo sport” il cui ricavato è stato interamente destinato a quattro progetti sociali promossi da onlus, associazioni e fondazioni – “Adotta un atleta”- Sermig; “Zona luce”- Fondazione Scholas Occurrentes; “1 Caffè ONLUS” e “A scuola di sci grazie al dual ski”-Nord Ovest-No Limits Onlus; “Stella Azzurra Summer Camp”- ASD Stella Azzurra – che lavorano per permettere a giovani che si trovano in situazioni difficili o di svantaggio di avere accesso alla pratica sportiva o di iniziare un percorso formativo e di inserimento all’interno della società grazie allo sport.

gala-dello-sport-2022

 All’asta sono stati battuti otto cimeli appartenuti alle stelle dello sport italiano e internazionale: la maglia numero 7 della Juventus autografata da Cristiano Ronaldo; la racchetta di Novak Djokovic, utilizzata dal Campione serbo alle ATP Finals 2021 di Torino; la maglia della Totti Weese, autografata dall’ex capitano giallorosso, Francesco Totti; la maglia della AS Roma autografata da Paulo Dybala; la maglia della SS Lazio autografata da Ciro Immobile; la maglia del Milan autografata da Alessandro Florenzi; i guantoni da box autografati dal campione Emanuele Blandamura; il pallone della finale di Champions League 2016, autografato dal freestyler Dario Piantadosi.

Hanno inoltre portato il proprio contributo, salendo sul palco al fianco del Presidente Juri Morico, personalità del calibro di Andrea Abodi, Silvia Salis, Francesco Lollobrigida, Maria Teresa Bellucci, e Marco Perissa. 

 

Raccolti i successi delle prime quattro edizioni, OPES apre alla quinta con grande entusiasmo. Nell’anno in cui lo sport è effettivamente entrato nella Costituzione italiana, con le modifiche apportate all’art. 33, l’Ente si rende ancora più protagonista e intende celebrare il Natale 2023 riservando innumerevoli sorprese…

Altro dall'autore

Post correlati

Advertismentspot_img

Ultimi articoli

Campioni di vita: anche i fighter Maniscalco, Fiore e Blandamura contro il bulli...

Il 17 giugno, presso la Sala Koch del Senato della Repubblica, è stato presentato il progetto “Campioni di vita”. Nato dalla cooperazione tra l’Osserv...

“Respirare il mare… e non solo”, a Santa Marinella una giornat...

I benefici sono noti. Il mare, come affermano pneumologi, pediatri o medici di base, può essere terapeutico e rappresentare un toccasana per la salute...

Premio Paolo Osiride Ferrero: giunge a termine il viaggio della seconda edizione...

Le parole sono importanti: questo il concetto base in cui affonda le proprie radici il Premio Giornalistico Paolo Osiride Ferrero, realizzato e promos...

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla newsletter di Risorse.news